Pubblicato il: 30 Lug 2019

Animali velenosi dell’area mediterranea: prevenzione e cura di “incontri pericolosi”

Gli animali e gli insetti, presenti sul nostro territorio, sono poco pericolosi, il loro morso o puntura provocano, di solito, solo delle reazioni locali, tranne nei rari casi di shock anafilattici.

Diverso è il discorso se parliamo delle vipere, della malmignatta (un piccolo ragno nero con tredici macchie rosse), delle meduse, del pesce pietra, della tracina e dello scorfano: questi animali hanno dei veleni molto potenti che, se non adeguatamente trattati, possono provocare seri pericoli per la vita del malcapitato, anche se raramente.

Conoscere più approfonditamente la clinica e le misure per contrastare le intossicazioni da veleni inoculati da animali e insetti permette di evitare possibili complicanze e risolvere nel giro di poco tempo la situazione.

Trovandoci nel periodo dell’anno in cui sono più frequenti questi “incontri pericolosi”, pensiamo di fare cosa gradita ai nostri lettori pubblicando un opuscolo dedicato a questa tematica realizzato da un esperto del settore, la dottoressa Francesca Assisi medico tossicologo del Centro Antiveleni dell’Ospedale Niguarda di Milano.

Cliccando su Download è possibile scaricare l’opuscolo, consultarlo comodamente off line e anche distribuirlo ai propri pazienti.

Buona lettura.


2 commenti "Animali velenosi dell’area mediterranea: prevenzione e cura di “incontri pericolosi”"

  1. Avatar for Radazione ClinicalNetwork petragliabruno@alice.it ha detto:

    e’ stata una bella lettura.utile anche perchè ha sfatato molte leggende metropolitane.
    grazie

  2. Avatar for Radazione ClinicalNetwork robymaieron@gmail.com ha detto:

    molto bello. Interessante perchè molto pratico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *