Pubblicato il: 8 Dic 2020

Associazione tra terapie sistemiche e caratteristiche dei pazienti psoriasici

Un’analisi retrospettiva del registro Swiss Dermatology Network for Targeted Therapies ha evidenziato una serie di associazioni tra caratteristiche dei pazienti psoriasici e farmaci sistemici prescritti.

L’analisi, condotta tra il 2011 e il 2017 su un totale di 549 pazienti, ha evidenziato che le terapie convenzionali, quali retinoidi e metotrexato, sono più frequentemente prescritte a pazienti naïve per la terapia sistemica, soggetti con qualità di vita moderata, o con diagnosi in tarda età (sopra i 60 anni). I derivati dell’acido fumarico sono più utilizzati nei soggetti con psoriasi lieve e lunga durata di malattia (più di 20 anni). Le ciclosporine e i trattamenti a base di PUVA/UVB sono preferiti nei pazienti con una forma grave di malattia, con compromissione della qualità della vita, frequenti ospedalizzazioni e inabilità al lavoro. 

Le terapie biologiche, quali infliximab e adalimumab, sono invece maggiormente prescritte nel caso di pazienti con artrite psoriasicapsoriasi grave e presenza di comorbidità, quali malattie croniche renali o epatiche e tubercolosi. Infine, etanercept, ustekinumab e secukinumab sono più utilizzati nei soggetti con una storia clinica complessaprecedenti trattamenti sistemicimalattia moderata, e pazienti in sovrappeso


Fonte : Cazzaniga S, Anzengruber F, Augustin M, et al. Linkage between patients’ characteristics and prescribed systemic treatments for Psoriasis: a semantic connectivity map analysis of the Swiss SDNTT registry. J Eur Acad Dermatol Venereol. 2019 Sep 28. doi: 10.1111/jdv.15983. [Epub ahead of print


Lascia un commento