La recente pubblicazione di pharmakon affronta il tema dell’importanza del ruolo del farmacista non solo come dispensatore di farmaci, ma, come la recente pandemia ha fatto comprendere, come presidio sanitario a tutto tondo, in grado di salvaguardare lo stato di salute dei cittadini di fronte a condizioni croniche come il diabete

Negli ultimi decenni l'incidenza del diabete nel mondo ha continuato ad aumentare, colpa dell'obesità, della mancanza di esercizio fisico, del fumo e di una dieta troppo ricca di carboidrati e grassi.

Per trattare questa epidemia sono sempre più comuni team multidisciplinari e la missione del farmacista al loro interno è normalmente quella di fornire l’assistenza farmaceutica, non solo la dispensazione delle medicine ma in generale la “fornitura diretta e responsabile di cure farmacologiche con l'obiettivo di raggiungere risultati specifici che possono migliorare la qualità della vita del paziente”.