Una ricerca dell’Università di Padova ha mostrato come il metabolismo del glucosio aiuti a controllare l’elasticità e la tonicità delle pareti, rafforzando l’elastina

Cosa hanno in comune il diabete e l’arteriosclerosi? Entrambe riguardano la comunicazione e le alterazioni metaboliche a carico delle cellule che compongono i vasi sanguigni, cioè cellule endoteliali e cellule della muscolatura liscia. Una ricerca dell’Università di Padova, pubblicata su Nature Metabolism, ha mostrato come il metabolismo del glucosio aiuti a controllare l’elasticità e la tonicità delle pareti, rafforzando l’elastina, una proteina che costituisce i tessuti elastici. Il prossimo step sarà capire se nei pazienti con eccessivo glucosio nel sangue, come nel caso di pazienti diabetici, il rischio di sviluppare l’arteriosclerosi sia maggiore a causa di un’aumentata rigidità arteriosa.