Pubblicato il: 4 Set 2020

Effetto sinergico di FANS e antibiotici per ripristinare la sensibilità dei ceppi MRSA

Secondo uno studio condotto presso l’Università di Veterinaria e Scienza Animale di Lahore (Pakistan), un possibile approccio per ripristinare la sensibilità antibiotica dei ceppi MRSA è quello di metterli a contatto con agenti non antibiotici quali i FANS, che sembrano esibire un’attività antibatterica e un effetto sinergico con gli antibiotici standard. 

Gli autori hanno analizzato 385 ceppi di MRSA derivati dal latte di capra, che erano resistenti a cefoxitina (100%), gentamicina e amikacina (37,5%), ossitetraciclina (25%), e tilosina, acido fusidico e vancomicina (12,5%), mentre erano sensibili a ciprofloxacina, levofloxacina, moxifloxacina, trimetoprim + sulfametossazolo e linezolid.

Analizzando diverse combinazioni di farmaci, è stato osservato un effetto sinergico dalla combinazione di ossitetraciclina/gentamicina (farmaci resistenti) con ciprofloxacina/linezolid (farmaci sensibili). Per quanto riguarda l’attività dei FANS, il meloxicam aveva un parziale effetto sinergico sia con ossitetraciclina che con gentamicina, il flunixin meglumine agiva sinergicamente con l’ossitetraciclina e in modo parziale con la gentamicina, mentre il diclofenac sodico esercitava un effetto sinergico solo con l’ossitetraciclina. Questi risultati sono stati confermati nei test in vivo su topo, dove il maggior effetto sinergico era ottenuto con la combinazione di ossitetraciclina o gentamicina con meloxicam/flunixin meglumine.


Fonte: Altaf M, Ijaz M, Ghaffar A, et al. Antibiotic susceptibility profile and synergistic effect of non-steroidal anti-inflammatory drugs on antibacterial activity of resistant antibiotics (Oxytetracycline and Gentamicin) against methicillin resistant Staphylococcus aureus (MRSA). Microb Pathog. 2019 Dec;137:103755. doi: 10.1016/j.micpath.2019.103755. Epub 2019 Sep 19. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *