Pubblicato il: 2 Ott 2020

La psoriasi sul viso è sinonimo di gravità?

Uno studio trasversale ha raccolto i dati dei pazienti psoriasici trattati presso il HUPES Complex Dermatology Service di Salvador (Brasile) per confrontare la gravità della malattia e l’impatto sulla qualità della vita nei soggetti con o senza lesioni sul viso.
Circa la metà dei 126 pazienti arruolati presentavano lesioni facciali (63 pazienti). Le aree più frequentemente colpite erano la pinna auricolare (63,5%), il canale auricolare esterno (47,6%), la fronte (46,0%) e le regioni preauricolari (41,3%). Il punteggio PASI medio per i pazienti con e senza coinvolgimento facciale era pari rispettivamente a 14,0 e 6,0. Anche il punteggio DLQI medio era maggiore nel caso dei pazienti con lesioni psoriasiche sul viso (7,5 vs 4,7), suggerendo un maggiore impatto della malattia sulla qualità della vita per questi soggetti. Infine, gli autori hanno osservato che la maggior parte dei pazienti con lesioni al viso aveva una forma moderata-grave di malattia (69,4%) mentre i pazienti senza lesioni al viso avevano per lo più una psoriasi lieve (58,0%). 

Questi risultati suggeriscono che la presenza di lesioni sul viso sia un marker di gravità della psoriasi, un fattore che deve essere opportunamente considerato per orientare le scelte terapeutiche.


Fonte: Passos AN, de A Rêgo VRP, Duarte GV, et al. Facial involvement and the severity of psoriasis. Int J Dermatol. 2019 Jul 26. doi: 10.1111/ijd.14492. [Epub ahead of print] 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *