Pubblicato il: 26 Ott 2020

Le visite mediche condivise migliorano il trattamento della dermatite atopica?

Le visite mediche condivise, chiamate anche visite di gruppo, permettono a un medico di visitare contemporaneamente più pazienti, affiancando al normale rapporto medico-paziente il supporto di gruppo dato dalla presenza di altri pazienti affetti dalla stessa malattia. Uno studio condotto presso il Wilhelmina Children’s Hospital di Utrecht ha valutato se le visite mediche condivise abbiano dei vantaggi rispetto a quelle individuali per i bambini con dermatite atopica e per le loro famiglie.

Lo studio ha randomizzato 149 minori con dermatite atopica, assegnandoli a ricevere nell’arco di sei mesi o tre visite condivise condotte in gruppi di 5-8 pazienti con 1 o 2 genitori (n=69), o tre visite dermatologiche individuali, di cui due con un dermatologo e una con un’infermiera (n=71).  Alla fine del periodo di trattamento non è stata osservata alcuna differenza sostanziale tra i due gruppi in termini di capacità dei genitori di gestire la malattia, qualità della vita, livello di ansia per l’uso dei corticosteroidi e attività di malattia. Entrambi i gruppi hanno beneficiato di un miglioramento clinico sostanziale, tuttavia l’attività di malattia e l’ansia verso l’utilizzo dei corticosteroidi non sono risultate significativamente ridotte.


Fonte: Zijlstra WT1,2, van Os-Medendorp H1, Fieten KB1, et al. Effects of shared medical appointments compared to individual appointments in children with atopic dermatitis: A pragmatic randomized controlled trial. Clin Exp Allergy. 2019 Aug;49(8):1095-1106. doi: 10.1111/cea.13416. Epub 2019 Jul 


Lascia un commento