Pubblicato il: 2 Ott 2019

Tiotropio/olodaterolo e BPCO dall’ERS 2019 nuovi dati confermano l’efficacia

Nuovi risultati presentati a Madrid nell’edizione 2019 del congresso della Società Europea di Malattie Respiratorie (ERS) confermano l’efficacia clinica e la soddisfazione dei pazienti per la doppia terapia broncodilatatrice tiotropio/olodaterolo Respimat nella terapia della broncopneumpatia cronica ostruttiva (BPCO). I risultati dimostrano quanto sia importante nella prescrizione della terapia inalatoria della BPCO tener conto delle esigenze e delle preferenze del paziente, oltre alla comodità d’uso del dispositivo per ottenere una corretta inalazione.

“Non è mai abbastanza l’enfasi nella valutazione dell’importanza di scegliere la terapia inalatoria più adatta alle caratteristiche del paziente ed alle sue preferenze ed esigenze personali, nella gestione della BPCO – ha dichiarato la Professoressa Paola Rogliani, Responsabile dell’Unità Malattie dell’Apparato Respiratorio del Policlinico Tor Vergata di Roma – Una nuova analisi bidimensionale combinata ha consentito di valutare, in un confronto diretto, sei associazioni a dose fissa di LAMA/LABA e ha dimostrato che tiotropio/olodaterolo migliora gli outcome clinici dei pazienti più delle altre combinazioni nella sua classe. I diversi profili di efficacia e sicurezza delle terapie d’associazione, appartenenti alla stessa classe, vanno considerati per un approccio terapeutico alla BPCO che metta il paziente al centro”.

I risultati presentati a ERS confermano i benefici della terapia LAMA/LABA con tiotropio/olodaterolo nel migliorare gli outcome dei pazienti. Più nel dettaglio, un’analisi combinata, conodotta da R. Buhl e colleghi, ha valutato gli effetti di un trattamento incrementale della BPCO da tiotropio a tiotropio/olodaterolo e ha dimostrato come l’ottimizzazione della broncodilatazione con tiotropio/olodaterolo abbia determinato miglioramenti clinicamente rilevanti della funzione respiratoria, della sintomatologia e delle condizioni cliniche.

Un’altra analisi comparativa bidimensionale, ad opera della professoressa Rogliani, ha esplorato i profili di efficacia e sicurezza di sei associazioni a dose fissa LAMA/LABA e ha dimostrato che tiotropio/olodaterolo è superiore alle terapie della sua classe, in termini di outcome clinici di efficacia centrati sul paziente e con un migliore profilo di sicurezza cardiovascolare.

I risultati di altri studi presentati confermano ulteriormente il livello di soddisfazione dei pazienti con l’inalatore Respimat e la facilità di utilizzo e maneggevolezza dello stesso device. Uno studio osservazionale in aperto, condotto da A. Pennisi e colleghi, ha valutato, in pazienti con BPCO, gli effetti del trattamento con tiotropio/olodaterolo, oltre al grado di soddisfazione per la terapia e per il dispositivo inalatore, dimostrando un miglioramento delle condizioni generali ed un elevato gradimento, riferito dai pazienti, dell’esperienza inalatoria per la facilità d’uso del dispositivo inalatore di tiotropio/olodaterolo. Due altri studi condotti dal gruppo di M. Meisenheimer hanno valutato il comfort generale di somministrazione di tiotropio/olodaterolo attraverso l’inalatore riutilizzabile, confermando che questo device (Respimat) è più facile da utilizzare, presenta un indicatore di dose di più semplice lettura, ponendo maggiore attenzione alle esigenze del paziente.

Gli studi presentati all’ERS sono particolarmente significatici anche alla luce delle ultime raccomandazioni internazionali GOLD che indicano come, nella scelta del dispositivo inalatorio, occorra considerare le preferenze del paziente e la sua abilità nell’utilizzo dell’inalatore. La capacità di inalare correttamente il farmaco è, infatti, cruciale nella gestione della BPCO, ma, come indicano gli studi, il 52% dei pazienti (compresi quelli con BPCO di grado lieve) incontrano difficoltà in questa operazione.

FontI:

Rogliani P. et al. Bidimensional comparative analysis of LABA/LAMA FDCs in COPD. Abstract 19377. Presentato a ERS lunedì 30 settembre 2019.

Buhl R.et al. Benefits of tiotropium/olodaterol compared with tiotropium in patients with COPD receiving only LAMA at baseline: pooled analysis of 4 clinical trials. Abstract 17460. Presentato a ERS lunedì 30 settembre 2019.

Pennisi A. et al. Assessment of physical functioning and handling with Tiotropium/Olodaterol (T/O) in patients with COPD requiring long-acting dual bronchodilation in an Italian cohort of patients. Abstract 20981. Presentato a ERS lunedì 30 settembre 2019.

Meisenheimer M. et al. Patient centric optimisation of a successful soft mist inhaler. Abstract 16624. Presentato a ERS martedì 1° ottobre 2019.


Lascia un commento