Pubblicato il: 12 Ott 2020

Una penna ottica per misurare l’area delle lesioni psoriasiche

Un gruppo di medici spagnoli ha validato l’utilità e l’affidabilità di una penna ottica per misurare l’area cutanea interessata dalle lesioni nei pazienti psoriasici. Lo studio ha coinvolto 56 pazienti che sono stati visitati da 2 dermatologi in occasione di 2 visite separate. Ad ogni visita, il dermatologo ha stimato la BSA della lesione utilizzando due tecniche diverse: quella classica, in cui l’area del palmo della mano corrisponde all’1% della superficie corporea, e quella basata sulla penna ottica, nella quale i contorni della lesione vengono tracciati su un dispositivo digitale che ne calcola l’area tramite un software dedicato

La validazione ha dato un risultato accettabile in termini di correlazione intraclasse (ICC di 0,87); tuttavia è emerso un problema di bias, dato che le aree stimate con il metodo tradizionale erano consistentemente superiori a quelle ottenute con la penna ottica. Entrambi i metodi hanno mantenuto un certo livello di accordo intra-osservatore (0,97 per il metodo tradizionale e 0,98 per quello digitale) e tra osservatori diversi (0,91 e 0,94), anche se l’area media stimata da due osservatori era sostanzialmente diversa. In particolare le stime della BSA a livello della testa sono risultate più complicate, con un coefficiente di correlazione piuttosto basso.


Fonte: Reolid A1, Servitje O2, Ginarte M3, et al. Validation of an Optical Pencil Method to Estimate the Affected Body Surface Area in Psoriasis. Actas Dermosifiliogr. 2019 Aug 28. pii: S0001-7310(19)30314-X. doi: 10.1016/j.ad.2019.07.002. [Epub ahead of print] 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *