Flash News 4 febbraio 2022

Identificato un nuovo potenziale marcatore diagnostico per la SLA

La Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) causa una progressiva degenerazione precoce dei neuroni responsabili del movimento e per la quale, ad oggi, non esistono cure risolutive. Inoltre, la diagnosi clinica è limitata dalla mancanza di biomarcatori specifici. In un recente lavoro, un gruppo di ricercatori del San Raffaele ha identificato degli accumuli proteici nel sistema nervoso periferico che possono essere potenzialmente utilizzati come marcatore per la SLA. Inoltre, se tali proteine fossero coinvolte nel causare la patologia, la loro rimozione potrebbe prevenire la neurodegenerazione. Questo studio dunque, seppur preliminare, apre delle prospettive molto interessanti per la diagnosi e la cura della SLA.

Commenti


Empty

Lascia un commento:

Altri articoli su argomenti simili

Clinical Network è un sito del network XGATE

XGate è un sistema di registrazione centralizzato che permette di accedere con le stesse credenziali (Email e password) a tutti i siti e app realizzati da Axenso