Clinical Network Editoriale 21 Apr 2021

Vaccini anti-Covid-19 a vettore adenovirale tanto rumore per nulla?

Per qualcuno siamo alle soglie del funerale dei vaccini anti-Sars-CoV-2 basati su vettori costituiti da adenovirus. Le ragioni sarebbero di ordine virologico-immunologico ed emotivo. Ma forse non solo. “Da un punto di vista immunologico, gli adenovirus sono una vecchia conoscenza del nostro sistema immunitario, responsabili soprattutto di infezioni delle alte vie respiratorie, come il comune raffreddore”, ha spiegato il professor Carlo Federico Perno, direttore Microbiologia e Virologia, ospedale Bambino Gesù Irccs Roma, durante un web-meeting della serie Zoom-Covid19 organizzata dall’Unione nazionale medico scientifica di informazione (Unamsi). “Ognuno di noi ha anticorpi naturali contro gli adenovirus. Quando si inocula un vaccino contro Sars-CoV-2 basato su un adenovirus potremmo avere un effetto di rigetto da parte del sistema immunitario verso il vettore. Questa è una delle spiegazioni per cui i vaccini a vettore adenovirale (AstraZeneca e Johnson & Johnson) sono meno efficaci globalmente rispetto a quelli a RNA messaggero (mRNA) (Pfizer-BioNtech e Moderna). Anche lo Sputnik-V, che utilizza due diversi vettori adenovirali, per quanto offra una maggiore chance di efficacia, è gravato dallo stesso problema...

adenovirusmRNAtrombocitopeniatrombosivaccinivettore

Clinical Practice Article 6 Apr 2021

NNT e NNH due parametri statistici utili per la pratica clinica

Per i clinici è frequente andare incontro a delle difficoltà nel tradurre nella pratica clinica i risultati della ricerca sperimentale sulle terapie. I risultati dei clinical trial sono descritti in una varietà di modi: l’Odds ratio, la differenza di rischio, il rischio relativo, il valore di “p” per la rilevanza statistica. Il clinico però ha bisogno di un metro per valutare e confrontare i benefici e rischi di varie terapie. I risultati di uno studio potrebbero essere statisticamente significativi senza però avere importanza in clinica dal momento che la grandezza dell’effetto può non essere convincente al punto di offrire la terapia ad un paziente e incorporarla nella routine. Due parametri utili per interpretare uno studio clinico sono rappresentati dal Numeber Needed to Treat (NNT) e dal Number Needed to Harm (NNH)...

AREA statistica
efficaciaNNHNNTsicurezzastatistica

Clinical Practice Article 8 Feb 2021

Effetti comportamentali e psicologici della quarantena per Covid-19 nei pazienti con demenza

Durante il 51° Congresso Nazionale della Società Italiana di Neurologia la prof.ssa Annachiara Cagnin, Clinica Neurologica, Dipartimento di Neuroscienze, Università di Padova, ha presentato i risultati di uno studio condotto dal gruppo di studio COVID-19 di SINdem in merito agli effetti della quarantena sugli aspetti comportamentali e psicologici nei pazienti affetti da demenza dopo il primo mese di lockdown. I risultati di questo studio sono stati pubblicati sulla rivista Frontiers in Psychiatry a settembre 2020.

AlzheimerCovid-19demenzaisolamentolockdownquarantenaSINSINdem

Clinical Practice Article 14 Gen 2021

Trasmissione di SARS-CoV-2 concentrare gli sforzi sui soggetti asintomatici

Determinare il valore percentuale di trasmissione di SARS-CoV-2 da persone asintomatiche è fondamentale per dare priorità alle pratiche e alle politiche di controllo. Secondo un modello analitico decisionale basato su scenari multipli di periodi idi infettività, la trasmissione del SARS-CoV-2 da individui asintomatici rappresenterebbe più della metà di tutti i casi di trasmissioni di infezione da nuovo coronavirus. Serve più attenzione alle misure di prevenzione ed è necessario eseguire un maggior numero di test per migliorare il controllo della diffusione in attesa di una immunità di gregge indotta dalla vaccinazione...

asintomaticiCovid-19infezionimitigazioneSars-Cov-2sintomitrasmissione

Clinical Practice Article 11 Gen 2021

Varianti di SARS-CoV-2, quali implicazioni di salute pubblica?

La pandemia di Covid-19 pone continue sfide alla comunità scientifica e agli organi di salute pubblica come ad esempio la circolazione di nuove varianti genetiche virali che hanno richiesto ai governi di adottare contromisure immediate, con importanti echi sui mezzi di informazione e discussioni tra esperti. Mentre molti scienziati inizialmente erano scettici sul significato di alcune mutazioni, l'emergere della nuova "variante britannica" - lignaggio B.1.1.7 - ha sollevato una diffusa preoccupazione. Capire quali varianti siano effettivamente da temere e perché, richiede un’analisi dell'evoluzione del virus e dell'epidemiologia genomica di SARS-CoV-2

antigenicitàmutazioniSars-Cov-2vaccinivarianti

Clinical Practice Article 7 Gen 2021

Gargiulo: “Troppa impreparazione e confusione nella gestione della pandemia”

Inauguriamo la nuova rubrica “Intervista” in cui Clinical Network incontrerà diversi esponenti del mondo sanitario, dalla Medicina, alle Istituzioni, all’Industria farmaceutica, alle Associazioni dei pazienti, per raccogliere dalla viva voce di questi stakeholders idee e valutazioni sull’assistenza sanitaria italiana attuale e prossima ventura. La nuova iniziativa non poteva non partire da un personaggio che riveste il duplice ruolo di medico e divulgatore scientifico, il dottor Carlo Gargiulo, medico di medicina generale a Roma, a cui abbiamo chiesto un parere su vari aspetti dell’emergenza rappresentata dell’infezione da SARS-CoV-2, un evento che ha per molti versi ridefinito comportamenti sociali e ha fatto emergere pecche e nuove necessità nell’assistenza e nell’organizzazione sanitaria. 

Covid-19emergenzamedicina Generalepandemiatelemedicinaterritorio

Clinical Practice Expert Opinion 17 Dic 2020

Intossicazioni acute pediatriche aspetti di clinica e gestione terapeutica

Le intossicazioni in età pediatrica (0/14 anni) sono un evento molto frequente e rappresentano circa il 50% di tutti i casi d’intossicazione. La maggior parte avviene in ambiente domestico, in fasce orarie che corrispondono frequentemente alla preparazione dei pasti (pranzo/cena) in cui è più facile una maggiore disattenzione da parte dei genitori; ma anche asilo, scuola, giardini: tutto in modo accidentale e quindi prevenibile. L’età prescolare è la più coinvolta, infatti, nell’80% circa, i bambini hanno tra 0 e i 4 anni: La dottoressa Francesca Assisi, tossicologa del Centro Antiveleni, ospedale Niguarda di Milano, descrive il fenomeno delle intossicazioni acute in età pediatrica, indicando gli aspetti salienti di clinica e gestione terapeutica.

antidotobambinidecontaminazioneintossicazionipronto soccorso

Clinical Practice Article 4 Dic 2020

Dubbi sull’esistenza di una effettiva tempesta citochinica in Covid-19

Gli aumenti dei livelli delle citochine infiammatorie, inclusa l'interleuchina-6 (IL-6), nei pazienti con Covid-19 grave e critica sono notevolmente inferiori a quelli riportati nei pazienti con sindrome da distress respiratorio acuto (ARDS) non correlata a COVID-19, sepsi e sindrome da rilascio di citochine indotta dalla terapia CAR-T. I risultati di una Rapid Review e metanalisi coordinata da Daniel Leisman della Icahn School of Medicine presso il Mount Sinai di New York, mettono in dubbio il concetto di tempesta citochinica a cui si è ricorsi per spiegare i danni sistemici provocati dall’infezione da SARS-CoV-2...

ARDScitochineInfiammazioneSars-Cov-2sepsitesmpesta

Clinical NetworkClinicalbit Article 26 Ott 2020

App di tracciamento dei contatti e altre tecnologie digitali in tempo di Covid-19

Un gruppo internazionale di ricercatori ha recentemente pubblicato su Lancet un’interessante analisi sulle misure messe in atto dai governi dei paesi per mantenere una bassa mortalità pro-capite.legata l'infezione da SARS-CoV-2. er la prima volta nella storia nei differenti paesi è utilizzata massivamente la tecnologia digitale per la pianificazione e tracciamento, la sorveglianza dei soggetti infettati, lo screening per l’infezione, il tracciamento dei contatti, la quarantena e l’auto-isolamento, la gestione digitale delle risorse sanitarie e dell’erogazione delle cure mediche. Per ogni strategia l’articolo riporta il campo di applicazione, il tipo di tecnologia digitale messa in campo, i paesi che l’hanno usata, i vantaggi e gli svantaggi.

algoritmibigdatacontact trcingCovid-19digital healthprivacy

Clinical Practice Article 12 Ott 2020

Efficacia e sicurezza di Lurasidone negli adolescenti con schizofrenia: uno studio di 6 settimane, randomizzato, controllato con placebo

Lurasidone al dosaggio di 40 e 80 mg/ die ha dimostrato la capacità di indurre in pazienti adolescenti con schizofrenia un miglioramento dei sintomi significativo non solo da un punto di vista statistico ma anche clinico. Lo evidenziano i risultati dello studio multicentrico, randomizzato, in doppio cieco e controllato con placebo condot- to da Robert Goldman e colleghi su un totale di 326 ragazzi di età compresa tra 13 e 17 anni con diagnosi di schizofre- nia secondo il Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders, 4th Edi- tion, Text Revision (DSM-IV-TR). https://doi.org/10.36160/121020

adolescentiantipsicoticilurasidoneschizofrenia

Clinical Practice News 29 Apr 2021

Fibromialgia, sindrome troppo poco conosciuta dagli italiani

Un'indagine condotta tra gennaio e febbraio 2021 su un campione di circa 1.000 persone rappresentativo della popolazione italiana dai 15 anni in su rileva che solo un italiano su tre conosce la fibromialgia, ma le informazioni in possesso risultano incomplete e frammentarie.Il sondaggio è stato effettuato dall'istituto Piepoli con il contributo non condizionante di Alfasigma. "La diagnosi è difficile perché manca un criterio biochimico: bisogna ascoltare il paziente, raccogliere la sua storia clinica in relazione ai sintomi e valutare clinicamente", ricorda il professor Piercarlo Sarzi Puttini, Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Reumatologia ASST Fatebenefratelli Sacco di Milano.

Dolorefibromialgiamalattie reumatologiche

Clinical Practice News 16 Apr 2021

Melanoma, pazienti tropo spesso soli al ritiro di un referto positivo

In Italia il percorso di cura dei pazienti colpiti da melanoma è veloce ma persistono luci e ombre. Quasi il 30% (29,5%) dei pazienti attende da 3 mesi a un anno prima di andare a fare la prima visita specialistica dermatologica. Tra quest’ultima e la conferma della diagnosi di melanoma trascorre meno di un mese per il 79% dei pazienti nel 57% dei casi bastano 15 giorni per l'asportazione del neo. Tuttavia ben il 47% dei pazienti ritira personalmente la diagnosi di melanoma direttamente dallo sportello referti, senza supporto adeguato a questa comunicazione. Due sondaggi europei fotografano la situazione...

dermatologidiagnosimelanomarefertovisita

Clinical Practice News 8 Apr 2021

Progetto OncoHome, l’ospedale a casa del paziente oncologico

Affetto da tumore solido, con malattia in fase avanzata o metastatica e in terapia assunta per via orale. Ecco l’identikit del paziente che può beneficiare di OncoHome, il progetto pilota sviluppato dall’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano (INT) insieme all’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano (HSR) e all’ASST di Cremona e col patrocinio di AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica). “Oggi è prioritario garantire ai pazienti oncologici le terapie necessarie, com’è sempre stato, ma al contempo, adottare tutte le misure indispensabili per proteggerli da COVID-19” – commenta Marco Votta, Presidente Istituto Nazionale dei Tumori di Milano –. “OncoHome è la giusta strategia per portare l’ospedale a casa dei malati, garantendo tutta l’assistenza di cui necessitano attraverso le visite a domicilio..

assistenzacancrocure domiciliarioncologica

Clinical Practice News 2 Apr 2021

“SMAnia di gusto” ricette gourmet per le malattie neuromuscolari

Si chiama "SMAnia di gusto" l'iniziativa ideata dalla Fondazione Paladini Onlus con l'obiettivo di supportare le persone con patologie neuromuscolari, tra cui l'atrofia muscolare spinale (SMA), che convivono quotidianamente con problemi di deglutizione, aiutandole a sentirsi incluse in un momento carico di convivialità come quello dei pasti. Il progetto è supportato da Biogen, con il Patrocinio delle principali Associazioni Pazienti, tra cui ASAMSI – Associazione per lo studio delle Atrofie Muscolari Spinali infantili, FSMA - Famiglie SMA e UILDM - Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare...

atrofia muscolare spinaledisfagiamalattie neuromuscolariricetteSMA

Clinical Practice News 26 Mar 2021

Mieloma Multiplo al via la campagna “Meno Male”

Più di 5 mila italiani, con una leggera prevalenza di uomini rispetto alle donne, scoprono ogni anno di esserne colpiti e il momento della diagnosi è anche quello in cui la maggioranza di loro sente pronunciare per la prima volta quella “doppia emme”, Mieloma Multiplo. Proprio nel mese di marzo, dedicato a livello internazionale all'awareness su questa patologia, viene avviata la campagna di sensibilizzazione sulla malattie "Meno Male", promossa da AIL (Associazione italiana contro leucemie, linfomi e mieloma), con il sostegno non condizionante di Amgen...

diagnosidolore osseomieloma multiplsensibilizzazione

Clinical Practice News 28 Feb 2021

Spondilite anchilosante diagnosi dopo 3 anni per il 60% dei pazienti

In Italia i pazienti colpiti da spondilite anchilosante attendono ancora troppo tempo per ricevere una diagnosi corretta. Il 60% dei malati ha dovuto aspettare più di tre anni dalla comparsa dei primi sintomi evidenti. Solo il 29% sostiene di aver una buona qualità di vita e otto su dieci affermano di provare un senso di smarrimento e la necessità di parlare con qualcuno del proprio disagio.

farmaci biologicireumatologiaspondilite anchilosante
Leggi tutto

LETTERA AL DIRETTORE

Clinical Practice Dossier 21 Mar 2021

L’intossicazione da sostanze di abuso

Il fenomeno dell’assunzione di sostanze ad azione psicotropa risale alla notte dei tempi dell'umanità, tuttavia, ai nostri giorni, ha assunto connotazioni preoccupanti sia da un punto di vista sociologico, in particolare modo per l’età dei soggetti che ne fanno uso, sia da un punto di vista sanitario, per gli effetti esplicati dai diversi tipi di sostanze utilizzate che vanno da quelle naturali, alle sintetiche, da quelle stimolanti alle allucinogene. Le sostanze d’abuso sono un mondo in rapida evoluzione: è un elenco, purtroppo, “in progress” per l’immissione sul mercato di sempre nuove molecole sia per “nuove abitudini” (dovute a modifiche culturali, ambientali e sociali) sia per l’introduzione di nuove sostanze, utilizzate come droghe, che hanno un’azione a volte non completamente nota, come i cannabinoidi. Il fenomeno del consumo di sostanze stupefacenti non ha visto alcuna battuta d'arresto nenache durante la pandemia di Covid-19 grazie a nuove modalità di reperimento delle droghe facilitata anche dal web. In questo Dossier la dottoressa Francesca Assisi del Centro Antiveleni dell'ospedale Niguarda di Milano descrive le intossicazioni dovute alle più note e usate sostanze d'abuso.

abusoallucinogenicannabiscocainadrogheecstasyintossicazioneMDMApsicotropistupefacenti
Leggi tutto

DIGITAL HEALTH

Clinicalbit 25 Mar 2020

L’informazione biomedica a fianco dei pazienti ospedalizzati con Covid-19

Si chiama #NonLasciamoliSoli l’iniziativa di raccolta fondi lanciata dall’Unione Nazionale Medico Scientifica di Informazione (UNAMSI), associazione che riunisce i professionisti dell’informazione e della divulgazione biomedica, volta all’acquisto di tablet da mettere a disposizione dei pazienti ospedalizzati in isolamento in terapia intensiva o in degenza e di saturimetri da donare all’Ordine dei Medici di Milano.

Clinicalbit 26 Gen 2020

Premio eHealth4all: la 4° edizione premia la prevenzione digital italiana

Al nastro di partenza la quarta edizione del Premio eHealth4all per la migliore realizzazione informatica in ambito sanitario rivolta alla prevenzione in tutte le sue sfaccettature: primaria (di patologie non ancora manifestatesi), secondaria (screening per scoprire patologie da curare in tempo) e terziaria (di ricadute o peggioramenti, ad esempio nelle malattie croniche). Il concorso 2020-21 più che nelle precedenti occasioni abbraccia tutta Italia e riveste carattere nazionale...